Esame baropodometrico per diabetici

Esame baropodometrico diabetici

Esame baropodometrico per diabetici

L’Esame baropodometrico risulta essere molto utile per coloro che soffrono di diabete. Uno studio effettuato dai dottori Z. Sawacha, G. Guarneri, A. Avogaro, C. Cobelli ha messo in evidenza come si possa prevenire l’ulcerazione del piede nei diabetici monitorando l’appoggio e la postura.

La polineuropatia sensomotoria diabetica, cioè una patologia che colpisce il sistema nervoso periferico, è una complicanza a lungo termine che colpisce i diabetici. È coinvolta nella patogenesi del piede diabetico, che è una delle principali cause di mortalità di questa malattia.

Analisi dello studio

Lo studio si era reso necessario per indagare gli effetti della polineuropatia diabetica sull’andatura e la postura.
Sessantasette soggetti sono stati arruolati per lo studio: 21 diabetici senza polineuropatia, 26 con polineuropatia, 20 controlli (rispettivamente, con età media di 63,8 anni, 63,2 e 59 anni).

Sono state eseguite la valutazione posturale e morfologica e l’analisi dell’andatura. Sono stati utilizzati l’esame fisico, insieme a un sistema di motion capture sincronizzato con due piastre di forza e due sistemi baropodometrici posti sui piedi (vedere pedana baropodometrica prezzo per le informazioni riguardo i costi delle ultime tecnologie).

Si è valutata la mobilità degli arti inferiori, le deformità del piede, la postura del tronco e del bacino, la posizione del ginocchio e del tallone, l’arco plantare, la cinematica tridimensionale e la cinetica durante l’andatura. È stato anche valutato l’effetto della malattia vascolare periferica e della microangiopatia sul movimento del tronco e degli arti inferiori dei partecipanti allo studio.

Risultato dell’analisi

La mobilità articolare del tronco e degli arti inferiori (negli stati statici e dinamici) era risultata essere più ridotta nei diabetici con o senza polineuropatia su ciascun piano; tuttavia nei diabetici con polineuropatia sono stati registrati intervalli di movimento significativamente più bassi.

Inoltre, entrambi i gruppi hanno mostrato riduzioni significative in ciascun momento e velocità congiunta durante l’andatura. In presenza sia di vasculopatia che di microangiopatia è stata osservata un’ulteriore riduzione ancora più significativa.

In conclusione

Andatura e postura errate sono state rilevate nei pazienti diabetici indipendentemente dalla polineuropatia. Questo approccio può essere rilevante per prevedere l’ulcerazione del piede prima della neuropatia clinicamente rilevabile. L’esame baropodometrico è quindi fondamentale per osservare l’appoggio, l’andatura della camminata nelle persone che soffrono di diabete. In caso di problematiche si può intervenire prontamente ed evitare la necrosi e l’ulcerazioni degli arti bassi che possono portare all’amputazione del piede o, nei casi gravi, alla morte del paziente.