Baropodometria, cos’è e come funziona: tutte le info

La tecnologia ha certamente migliorato il nostro stile di vita. L’utilizzo di smartphone e computer è estremamente utile per poter svolgere qualsiasi attività quando si vuole e nel modo che più si preferisce. In particolar modo il lavoro e il divertimento sono le azioni che più si compiono, ma che a lungo andare portano a degli effetti negativi sulla postura dell’uomo. Stare molto tempo ricurvi avanti a uno schermo, mentre si lavora oppure si ricerca come giocare al Lotto nei siti sicuri online, risulta essere dannoso per il nostro organismo che porta all’insorgenza di mal di schiena e tantissime altre patologie. 

Per monitorar al meglio la postura, molti medici consigliano di sottoporsi all’esame baropodometrico, chiamato anche baropodometria. Ma cos’è e a cosa serve nello specifico? Proviamo a scoprirlo!

Cos’è l’esame di baropodometria e a cosa serve

Come descritto più sopra l’esame baropodometrico è un’analisi della postura che serve a valutare la pressione con cui il piede appoggia sul pavimento, così da andare a capire come correggere la postura. Con quest’analisi si può verificare in che modo il peso scarica sugli arti inferiore e se tutto si svolge in maniera naturale e corretta. 

Il più delle volte tale esame viene prescritto quando si accusano fastidi al sistema muscolo-scheletrico, come può essere la lombalgia, dolore alla schiena oppure ai piedi. 

Insomma è molto utile per correggere abitudini scorrete che pesano sull’intero organismo. Prima si riesce ad agire e prima si limitano le conseguenze, ecco spiegato perché viene consigliato di effettuarlo ai più piccoli, così da prevenire patologie future.

Come si svolge

Precisiamo che non è assolutamente un esame invasivo, non si è esposti a radiazioni e non c’è bisogno di seguire delle regole nei giorni precedenti. Quello che il paziente dovrà fare è salire a piedi nudi su una pedana in stazione eretta. Sullo strumento sono presenti dei sensori che rilevano una serie di dati che 

  • Analisi statica: si resta immobile sulla pedana, così che il computer possa analizzare il baricentro, il peso sugli arti inferiori e la pressione dei piedi sulla superficie d’appoggio;  
  • Analisi dinamica: in questo caso chi si sottopone all’esame dovrà camminare sulla pedana così da rilevare come si appoggia il piede sulla superficie, come si sposta il copro e i tempi di carico.  

Insomma è un esame completo che permette di monitorare alla perfezione la postura e indicare la giusta terapia da seguire. In fase riabilitativa la pedana baropodometrica è molto utilizzata non solo per questo tipo di esame, ma anche per la stabilometria, ovvero il test dell’equilibrio.

Dove farlo e quando costa

Questo tipo di esame lo si può svolgere in una serie di strutture, come ambulatori, ospedali e farmacie sanitarie. Certamente se si desidera recarsi in ospedale i tempi di attesa saranno molto più lunghi rispetto ad altri, ma si svolge sempre nella stessa modalità. Il costo può variare tra i 20 e 100 euro, tutto dipende dalla struttura e dalla regione in cui si svolge.

L’esito della visita è immediato ed è lì che poi si guida il paziente verso la soluzione al problema posturale, magari con l’utilizzo di plantari ortopedici.